Home » Blog » Il Judo nel Dojo » Il Judo nel Dojo, il mio progetto di Judo

Il Judo nel Dojo, il mio progetto di Judo

Dopo cinquant’anni di pratica e più di quaranta d’insegnamento, sento il dovere di esprimere la mia idea su questo progetto che ho chiamato: Il Judo nel Dojo.

Questo “format” che da tempo sto proponendo nei vari interventi sotto forma di Stage e varie Conferenze tende a far riflettere chi è già entrato nel Dojo per praticare il Judo (Luogo per la ricerca della Via) e chi guarda dall’esterno privo di ogni conoscenza sull’argomento.

Gli elementi fondanti del Judo del Prof. J. Kano per le esigenze del periodo che stava vivendo sono: “rispetto per il corpo, sviluppo dell’intelligenza, rispetto per il tutto”, questa è la ragione per cui il Judo viene proposto come metodo di Educazione Fisica, Intellettuale e Morale, sono questi i pilastri fondamentali dell’EDUCAZIONE che provengono da Filosofi, Scrittori e Pedagogisti occidentali come Herbert Spencer, Johann Heinrich Pestalozzi, Johann Friedrich Herbart, tuttavia se da un lato questo potrebbe sorprenderci dall’altro lo rende più vicino alla nostra cultura.

Con questo documento vorrei contribuire a dare una visione più vera e forse più comprensibile della nostra disciplina, un modesto contributo per divulgare il Judo nel Dojo, poiché è in questo luogo particolare che avviene la vera formazione di un vero Judoka.

Il Judo che il fondatore J. Kano ci ha lasciato è un metodo che ha un grosso potenziale sul piano educativo; proprio per enfatizzare il messaggio di questo documento, in questo caso mi permetto di usare la”plurale maiestatis” anche perché siamo ormai in molti, a sostenere il sogno del fondatore Kano Jigoro, un sogno, che rasenta l’utopia e questo lo sappiamo bene tuttavia è proprio questa la sfida ed è questa la ragione per cui lo vogliamo far conoscere a chi lo ignora.

Sull’efficacia del Judo come metodo per apprendere l’arte dell’attacco / difesa, (Bujutsu) non ci sono dubbi, sappiamo perfettamente che questa disciplina ha raggiunto livelli molto alti, si potrebbe dire che non ha eguali, mentre sul modo di praticare e d’insegnare il Judo nel Dojo, dobbiamo fare le dovute distinzioni.

Il Judo nel Dojo con i vari appuntamenti in diverse parti d’Italia è una proposta itinerante, utile a chi pratica solo per se stesso ma anche molto formativa per chi si cimenta nell’insegnamento.

I valori educativi, etici e morali del Judo sono quelli che ci consentono di aprire quelle porte che sono ancora chiuse poiché non siamo stati ancora capaci di farlo conoscere nella sua vera essenza.

Il Judo di cui parlo sotto la guida esperta del Maestro è un mezzo per contribuire e continuare il progetto educativo della famiglia, è una risorsa per la società in generale, è una disciplina completa è soprattutto un mezzo per far evolvere le persone renderle abili e nel contempo utili.

Il Judo nel Dojo, vuole essere un progetto per far rinascere di nuovo l’idea originale di questa disciplina, la motivazione di questo sta nel fatto che in pochissimi anni grazie alla rapida diffusione nel mondo tanti aspetti sono venuti meno, al contrario in nome della gloria olimpica sono nati modi differenti di usarlo fino a farlo diventare un’altra cosa.

Sono convinto che si debba esportare questo progetto del Judo nel Dojo anche all’estero dato che il judo come disciplina olimpica è ormai praticato ovunque nonostante questa diffusione è ancora scarsamente conosciuto, nella dialettica olimpica, è considerato sport minore, difficile da comprendere e la ragione di tutto ciò sta nel fatto che è stato usurpato.

L’idea di far conoscere il Judo nel Dojo con i nostri incontri sotto forma di Stage, sta raccogliendo un grande consenso e direi anche successo, questa visione del metodo Judo così proposta offre la possibilità a tutti di entrare nel Dojo, che è un luogo ideale per accogliere e contribuire alla nascita dell’amicizia e mutua prosperità e quindi alla crescita della persona che inizia questo percorso.

È necessario per questo divulgare il Judo nel Dojo dove i guadagni di una simile pratica sono subito visibili tuttavia il fascino del Judo sta nella cultura di cui è portatore e per questa ragione è necessario fare comunicazione soprattutto da questo punto di vista, sono certo che se operiamo in tal senso in ogni parte del mondo il Judo (quello vero) tra le discipline “sportive” per i bambini per i ragazzi per i giovani e per gli adulti, avrà il posto che si merita.

Il Dojo oltre che essere il luogo dove si pratica è dunque un posto dove acculturarsi e dove far conoscere una filosofia di vita molto pratica, questo luogo molto speciale è anche un isola felice dove è possibile coniugare i valori di cui abbiamo già ampiamente parlato e anche un luogo dove possiamo anche aumentare il numero degli amici.

L’obiettivo del Judo nel Dojo

L’obiettivo del Judo nel Dojo, è anche fare in modo che il praticante stesso, chiunque incontri questa disciplina sulla propria strada compreso il genitore del bambino che viene iscritto ad una scuola di Judo, debba riuscire ad orientarsi e ad acquisire una corretta lettura del metodo oltre ad una capacità di discernimento, in altre parole è necessario far comprendere l’adattabilità della proposta.

Il Judo come sappiamo è sport olimpico, abbiamo anche la possibilità di scegliere l’alto livello sportivo, una pratica quest’ultima che va alla ricerca della performance e quest’accezione del Judo ha una sua validità se liberamente e consapevolmente scelto, tuttavia il nostro progetto del Judo nel Dojo ha come “mission principale” quella di consentire a tutti di esprimersi e di migliorarsi sotto ogni punto di vista.

Nel Judo come abbiamo già detto, si sono inseriti altri modi di pensare, tuttavia riuscire ad apprezzare il Judo per le sua peculiarità, per la sua versatilità e per tutto quanto lo rende praticabile in ogni momento della nostra vita, oggi grazie al progetto del Judo nel Dojo, possiamo dire che non è impresa impossibile.

Il Judo come disciplina è utile ad affrontare le difficoltà e le avversità della vita, per superarle e giungere a uno stato di piena soddisfazione nel viverla.

Non si può non adeguarsi al tempo che stiamo vivendo, questo non è un problema, il Judo nel Dojo si adatta ad ogni circostanza, ritengo tuttavia che non si debbano perdere le radici, è fondamentale e importante una volta che l’obiettivo sia stato fissato ed è chiaro a tutti, uniformarsi nel linguaggio, nella metodologia d’insegnamento secondo i criteri più giusti, sarà necessario per questo concentrarci sulla didattica, sulla scienza pedagogica e su tutto ciò che serve a sviluppare l’insieme di cuore, mente e corpo.

Che cosa facciamo con il Judo è semplice da spiegare, in altre parole sviluppiamo l’essere umano nella sua interezza, in lui miglioriamo: la sua corretta attenzione, la capacità di osservare, di duplicare, oltre alla capacità di decidere e di agire nel più breve tempo possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.